Programmi di richiamo e Igiene periodica, a che cosa servono?

Seguire un programma di richiami e Igiene periodica serve per:

  1. fare un’igiene più approfondita, a completamento di ciò che il paziente può fare a casa,
  2. per mantenere sotto controllo i cambiamenti che avengono nell’apparato della bocca e nei tessuti in essa contenuti,
  3. intercettare e trattare in fase precoce le carie e le varie patologie delle gengive come la parodontite, in modo da limitare i danni causati da esse.
IMG_4268R

VISITE DI CONTROLLO E IGIENE ORALE PERIODICA, INDISPENSABILI PER IL MANTENIMENTO DELLA SALUTE

IMG_4282

I CONTROLLI PERIODICI SERVONO A SCOPRIRE E CURARE PRECOCEMENTE LE CARIE, IN MODO DA LIMITARE I DANNI

Per mantenere a lungo lo stato di salute della bocca

Anche quando si ha una bocca senza problemi, è importante mantenere lo stato di salute nel tempo. Ogni bocca è diversa da un’altra e alcune cose cambiano durante le varie fasi della vita. Sottoporsi regolarmente ai controlli dal dentista, abbinati a una seduta di igiene orale, serve proprio a monitorare questi cambiamenti, inquadrare e correggere le eventuali difficoltà che il paziente può  incontrare a casa per migliorare e rendere più efficace la sua tecnica di igiene orale domiciliare

La seduta di Igiene dal dentista è un momento importantissimo, in quanto in quella occasione si esamina anche la situazione orale generale. Questo risulta essere molto utile al paziente perché, come ormai dimostrato da molti studi, il riconoscere in anticipo eventuali problemi e porre rimedio prima che possano provocare maggiore danno è più conveniente sia dal punto di vista biologico che economico.

Per la diagnosi precoce dei carcinomi della bocca.

Il cancro orale in tutte le sue forme (carcinoma del labbro, della lingua, della faringe e della cavità orale) rappresenta nel mondo il 6-10% circa dei tumori maligni. Di questi oltre l’80% ha origine dalla mucosa orale, rappresentando il 4% di tutti i tumori maligni e dando un tasso di mortalità del 56%, a cinque anni dalla diagnosi.

Poiché la sopravvivenza e la qualità di vita del paziente dopo le cure, chirurgiche e non, è strettamente legata allo stadio della diagnosi, le visite periodiche associate al minuzioso controllo di tutte le parti della bocca che si fa durante la seduta di igiene orale, rende questo appuntamento importante per la diagnosi precoce dei tumori del cavo orale.

Seguendo il programma dei richiami e le sedute di igiene orale periodica, diventa più facile  il riconoscimento delle lesioni precancerose, alterazioni o  lesioni delle mucose e degli altri tessuti del cavo orale, (leucoplachie, eritroplachie, eritroleucoplachie), riconosciute come con il rischio di degenerazione maligna.

Per la valutazione del rischio di carie nei bambini e adolescenti

Bambini e adolescenti sono generalmente più inclini a sviluppare carie. Vista la rapidità con la quale si possono danneggiare i denti nei piccoli pazienti, il riconoscimento e la cura delle carie in fase precoce è di indubbio vantaggio per il futuro adulto. La valutazione del rischio specifico per lo sviluppo della carie, come la diagnosi precoce e prevenzione dei problemi della bocca durante la fase di sviluppo, si può fare solo seguendo il programma di richiamo e controlli personalizzati.

Per esempio, durante gli incontri con l’Igienista si potrà decidere se seguire o meno, un programma di prevenzione più specifico, come eseguire le sigillature sui denti definitivi in eruzione,  trattamenti con gel a base di fluoro o di integrare prodotti che contengano sostanze che interferiscono con la formazione della placca batterica.

Inoltre attraverso le visite periodiche sarà possibile fare quello che è la cosa più importante: educare i bambini o giovani pazienti a comprendere l’importanza dell’igiene orale, delle sane abitudini alimentari e insegnarli un uso corretto e costante di spazzolino e filo interdentale. Solo così potranno avere meno problemi e mantenere negli anni la salute della propria bocca.

Per la prevenzione della parodontite

La prevenzione della malattia parodontale si basa sulla valutazione del profilo rischio individuale e in seguito, ai trattamenti personalizzati.

I pazienti che hanno problemi di  parodontite, sono quelli che trovano l’indicazione più specifica e possono trarre maggior giovamento dai richiami periodici di igiene orale professionale. Si tratta infatti di situazioni che necessitano di essere monitorate per stabilire la strategia di cure più adeguata in modo da rallentare la progressione della malattia ed evitare che porti alla perdita dei denti.

La malattia parodontale non può essere estirpata del tutto, in quanto ha come prima causa la predisposizione genetica ma la condizione di massima igiene della bocca, aiuta a limitare lo stato infiammatorio delle gengive, quindi della perdita di attacco e del livello osseo attorno ai denti. L’igiene orale periodica secondo piani personalizzati rappresenta, ad oggi, il trattamento più efficace per contrastare il peggioramento della malattia, in abbinamento o meno agli interventi chirurgici specifici, dove indicati (vedi parodontologia).

 

Per mantenere a lungo i lavori sugli impianti

Chi ha avuto un trattamento con impianti dentali, deve sottoporsi a sedute di igiene periodiche e specifiche, che comprendono il monitoraggio delle gengive attorno agli impianti e degli impianti stessi. L’igienista dovrà usare strumenti specifici adatti al trattamento delle superfici degli impianti, verificherà la solidità della struttura protesica nel complesso e, se necessario, eseguirà dei trattamenti mirati e delle radiografie endorali. Lo scopo è quello di evitare l’istaurarsi della peri-implantite, (vedi capitolo Implantologia), la patologia che colpisce i tessuti intorno agli impianti, che inizia e progredisce rapidamente spesso senza sintomi avvertibili dal paziente ma che si può concludere con la perdita dell’impianto.

L’igiene orale professionale dei pazienti che hanno eseguito interventi di Implantologia, deve essere più frequente, ogni 4 o 6 mesi,  secondo un piano personalizzato. L’igiene insieme ai controlli da parte del dentista, Chirurgo o Protesista, è indispensabile per mantenere a lungo le protesi sostenute da impianti.

 

Igiene orale e  gravidanza

Un’attenzione a parte merita la paziente in stato di gravidanza. Spesso le alterazioni ormonali che si verificano durante la gravidanza, comportano uno stato di gengivite più o meno evidente o duraturo. Questa condizione può favorire la formazione di carie o comunque una situazione di non benessere della bocca. Evitare i trattamenti invasivi in questo periodo è sempre consigliato, ma le sedute di igiene professionale sono un appuntamento da rispettare in quanto non mettono in pericolo la salute del nascituro e contribuiscono a dare sollievo a delle gengive infiammate e sofferenti. L’igienista potrà consigliare gel e collutori specifici a base di sostanza naturali ed emollienti da usare a casa, durante il periodo della gestazione.